bye-bye summer reading

Ciao a tutti!
Ormai l'autunno è veramente alle porte e con esso anche tutti gli impegni quotidiani come ad esmpio lo studio, per questo motivo il tempo da dedicare alla lettura si riduce sempre più. Io mi ritengo una persona che legge molto, ci sono periodi in cui divoro anche due libri alla volta ed altri in cui non leggo per niente perchè ho la testa da un'altra parte. Il periodo estivo solitamente corrisponde al primo elencato. Quest'estate ho letto molto, sia in termini di quantità che di generi. Proprio perché quest'anno è nata la mia passione per la moda di conseguenza è nata anche quella per i libri di Sophie Kinsella.
I love shopping, ditemi voi se un titolo come questo su una fashionista non può fare colpo, e infatti la Kinsella ha fatto sicuramente centro visto i numeri di copie vendute! :-) Oltre alla saga I love shopping ha scritto un sacco di altri libri, dei quali io ho letto solamente Sai tenere un segreto?. Molto carino, divertente, ironico e spigliato, come è del resto il suo stile. Dopo la Kinsella mi sono dedicata a tutt'altro genere di libri, iniziando da Maxence Fermine; scrittore francese, anche se a mio parere lo si può chiamare benissimo poeta, visto che i suoi romanzi sono delle vere poesie. Di Fermine ho letto Neve e Il violino nero, due storie molto belle ma anche difficili da comprendere e spiegare. In poche parole Fermine scrive dell'amore verso qualcosa, nel primo romanzo verso la neve e tutto ciò che è bianco, mentre nel secondo dell'amore verso la musica. Esattamente l'opposto del sarcasmo della Kinsella! :-D Poi ho scoperto Fabio Volo, finalmente un po' di narrativa italiana! Ho letto Il giorno in più ed ho iniziato E' una vita che ti aspetto. Mi è piaciuto davvero molto e ritengo che sappia scrivere veramente bene. Il primo parla della vita di questo ragazzo trentenne passata tra il lavoro, gli amici e le donne, fino a quando non si innamora di una donna conosciuta sul tram che seguirà a New York... non vi racconto il finale perchè vi consiglio di leggerlo assolutamente! :-) Rimanendo ancora sulla narrativa italiana ho letto Acciaio di Silvia Avallone. Forse un po' pesante ma anche intenso, uno di quei libri che se li inizi li devi anche finire. Le protagoniste sono due quattordicenni che parlano delle difficoltà ma anche dei divertimenti che solo nell'adolescenza si vivono. Infine ora, come conclusione delle letture estive, ho iniziato Gli occhi gialli dei coccodrilli di Katherine Pancol. Primo romanzo di una trilogia, al quale fanno seguito Il valzer lento delle tartarughe e Gli scoiattoli di Central Park sono tristi il lunedì. Libri credo molto stravaganti, che mi hanno attratta dalla singolarità dei titoli e dal fatto che sono ambientati in tre delle città più belle del mondo: Parigi, Londra e New York.
E voi quali libri avete letto durante l'estate? Ne avete qualcuno da consigliarmi?



Posta un commento

You might like

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari