NEW YORK: DAY 1

Partenza il 18 giugno ore 7 a.m. da Milano Malpensa con scalo a Roma Fiumicino. #excited









………….12 ore di sonno




Colazione veloce, Subway e via veloce nei sotterranei della città frenetica che non si ferma mai. Perché non c'è nemmeno il tempo di fare colazione a sedere, qui si prende un caffè take away, quello nei grandi bicchieroni di plastica, che ti viene servito a 3640 °C, proprio perché lo si beve per strada, correndo su e giù dalla metro, sopra e sotto la terra. E solamente arrivati a destinazione il caffè  si sarà raffreddato.

1° tappa Lincoln Center sulla 66th street, centro di teatro, quello serio con la T maiuscola, opera e balletto.


2° tappa Museum of Natural History, set del film "Una notte al Museo".


All'ingresso del museo leggo questa bellissima citazione di Roosevelt sulla giovinezza. E' l'ispirazione del giorno.

"I want to see you game, boys, I want to see you brave and manly, and I also want to see you gentle and tender.
Be practical as well as generous in your ideals.
Keep your eyes on the stars and keep your feet on the ground […]"

Selfie del giorno con il mio amico t-rex.

Pranzo da Pret A Manger sulla 5th Avenue.

5th Avenue, comincio a realizzare di essere a New York City: invasione di taxi gialli, le strade affollate e i grattacieli che si fanno sempre più fitti e ti fanno sentire sempre più piccola. Non riesco a smettere di guardare su verso il cielo, per scorgere la fine di questi interminabili edifici che si riflettono a vicenda in un gioco di luci ammagliante. Piove ed è tutto ancora più magico. E allo stesso tempo è tutto un unico, la pioggia ha questa straordinaria capacità di rendere gli odori uguali, in qualunque posto del mondo.





  

- FREE MIND -  


Ultima tappa del giorno: Times Square. A quanto pare non esiste solo nei film come pensavo, è reale ed è il cuore di Manhattan. A Times Square non esiste la notte, c'è solo la luce. Quella di centinaia di insegne luminose e di negozi aperti 24h su 24. Non esistono orari, il flusso di gente è perenne. Non ci sono i rumori, ma il rumore dell'umanità. Qui non ti senti mai sola.

Posta un commento

You might like

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari